vomien-ssmartiri-legnano-pallavolo-loghi-coni-pgs-fipav

    PROGETTO GIOVANI: LO SPORT NON E’ DI POCHI MA E’ DI TUTTI

    Iniziamo a presentare l’area tecnica che quest’anno seguirà le atlete Vomien.

    Partiamo da GIORGIO IOVALDI, conosciuto e stimato tecnico che seguirà le giovanili.

    Giorgio finalmente siamo tornati in palestra dopo tanti mesi, qual’ è stato il tuo primo pensiero?

    “ Finalmente! …. i ragazzi più degli adulti hanno sofferto durante il lockdown e la strana estate appena conclusa. Devono riprendere a fare ciò che amano, giocare e, soprattutto, riassaporare il sano ed organizzato stare insieme.”

    Cosa hai detto ai tuoi ragazzi e ragazze dopo averli ritrovati in palestra?

    “ Bentornati! Con qualche attenzione e sacrificio in più , rispettando le regole imposte dai protocolli, si ricomincia. E sarà bellissimo!”

    Raccontaci un po’ di te …………e quando hai pensato di diventare allenatore?

    “Circa 30 anni fa…. quasi per gioco. Ho seguito saltuariamente un amico di famiglia che ricopriva il ruolo di allenatore in una squadra giovanile del mio paese. Lui ha contribuito ad ‘accendermi la lampadina’ e mi ha fatto riflettere sul fatto che questa potesse essere la mia strada ed in parte la mia attività lavorativa. Da lì , il corso allenatore in Federazione, l’iscrizione universitaria all’Isef (ora scienze motorie) e la volontà di aggiornarmi e ‘ stare sul pezzo’ il più possibile. Oggi sono contento del percorso lasciato alle spalle e delle scelte fatte.”

    Quali sono le più grandi soddisfazioni che hai raccolto in questi anni che alleni nel settore giovanile?

    “Sono tante. Si spazia dall’atleta che termina il percorso di mini-volley e di under 12/13/14, che riesce a tentare l’avventura in una società importante che può mettergli a disposizione una categoria ‘top’ su cui misurare competenze e capacità acquisite nella società di provenienza, che non ha la possibilità di offrire il ‘salto in alto’. Ma anche i ringraziamenti di genitori che ti riconoscono competenze e passione trasmesse e dedicate alla propria figlia.”

    Come ci si sente quando alcune ragazze che tu hai allenato da piccole arrivano a giocare nelle squadre di serie A?

    “Felice, molto felice. Perché allora è vero che una su mille ce la fa , ed io ho contribuito almeno in parte alla sua formazione. Quindi benzina nel motore per continuare a fare bene!”

    Cosa diresti ad un giovane che vorrebbe avvicinarsi al mondo della pallavolo?

    “Ci vuole serietà , impegno, costanza e parecchi sacrifici per raggiungere alti obiettivi che un atleta si pone all’inizio di un percorso. Il tutto mettendosi a totale disposizione di compagne e tecnici, questo è uno sport di squadra dove ogni giocatrice ha bisogno dell’apporto delle compagne e viceversa . Proprio come in un corpo musicale, dove ognuno legge lo spartito e suona il suo strumento al momento opportuno. Difficile ma bellissimo!”

    Quali sono i valori più importanti da insegnare a ragazzi così giovani?

    “La correttezza verso gli altri. L’affrontare i giochi e le proposte sportive e tecniche con sorriso, ma anche con grinta e sano spirito competitivo . Perché vincere è bello, ma perdere rompe….”

    Qual è il tuo metodo di allenamento che quest’anno adotterai in Vomien col tuo Staff?

    Sarò presente il più possibile in palestra (mannaggia al CoVid , quanti problemi e quante incognite negli impegni scolastici che precedono il pomeriggio in palestra). Insieme allo staff tecnico svilupperemo un programma ludico sportivo condiviso e già definito durante la seconda parte dell’estate. Anche i tecnici suoneranno i famosi strumenti dell’orchestra in armonia. Bella sfida, vero? Fossi una ragazzina, sarei felice ed orgogliosa di far parte di questo progetto e di questa organizzazione. Speriamo di centrare l’obiettivo, siamo carichi e fiduciosi”

    Cosa ne pensi del Progetto Scuola che la società Vomien da due anni con gli amici “Artigiani del Borgo” di Ennio Minervino sta portando nelle scuole di Legnano?

    “Voto 10. Poiché i docenti di educazione fisica non sono presenti in organico nella scuola primaria. Quindi se un esperto competente affianca la maestra durante l’ora di educazione motoria, ne beneficia la collettività . E quando L’allievo di scuola arriva in società sportiva con un background motorino alle spalle, diventa più facile insegnare la disciplina da lui scelta”

    Lo scorso anno l’iniziativa del Gioca Volley con I giovani di Villa Cortese e Busto Garolfo ha avuto un grande successo, credi si possa ripetere e magari allargandolo ad altre società ?

    “Ci tentiamo nuovamente. Ora iniziamo a riprendere l’attività in palestra e, se la pandemia e le regole sanitarie lo permetteranno, riprenderemo tutto ciò che funzionava e che tristemente si è interrotto”

    E per finire ti chiediamo di mandare un messaggio ai ragazzi e alle famiglie.

    “Venire in palestra, in particolare lo sport di squadra aiuta corpo e mente. I vostri ragazzi troveranno tutto quanto necessario per passare dei momenti di sana spensieratezza. Un team preparato e competente li aiuterà giorno dopo giorno a scoprire tutti i segreti di questo sport meraviglioso”

    Leggi gli altri articoli

    News